news

03/09/2018 15.00 - Puglia, “aggiornamento Piano acque entro inizio 2019”

Il Piano di tutela delle acque della Puglia “sarà presentato e approvato entro fine 2018-inizio 2019”. È quanto annunciato sabato dall’assessore regionale ai Lavori pubblici Giovanni Giannini, che ha visitato il depuratore Bari ovest dove sono in corso lavori di potenziamento per 35 milioni di euro.

“la Puglia si è attivata sin dal 2015 nella programmazione e attuazione di 220 interventi”, ha aggiunto Giannini, riguardanti “sia il potenziamento dei presidi depurativi, sia interventi su reti idriche e fognarie. Sono stati investiti in favore di Aqp 790 mln di euro, 650 a carico della quota pubblica e 140 a carico della tariffa”.  Infine, “registro con favore che 36 procedure di infrazione comunitaria sono scese a tre, due delle quali (Porto Cesareo e Casamassima) sono in via di definizione. La terza, Taviano, ha bisogno ancora di tempo”, ha concluso l’assessore regionale.

Presente nel corso del sopralluogo al depuratore anche il sindaco di Bari e presidente Anci, Antonio Decaro, che ha sottolineato come “i lavori saranno completati entro settembre dell'anno prossimo per una riqualificazione dell'impianto che viene rinnovato con una sorta di revamping: nuova linea fanghi, nuove vasche di sedimentazione e soprattutto tre grandi digestori, alti diciotto metri, con una portata di cinquemila metri cubi ognuno. Stiamo parlando di digestori innovativi, i primi che vengono montati nel nostro Paese. Inoltre risparmieremo diversi soldi perché si ridurrà il quantitativo dei fanghi che saranno prodotti e contemporaneamente elimineremo definitivamente le emissioni di odori all'interno del quartiere San Paolo”.

Infine, ha spiegato il sindaco, “entro la fine dell'anno inizieranno in città i lavori da 26 mln di euro di euro per risolvere, ci auguriamo definitivamente, il problema degli sversamenti in mare quando piove”.