news

27/09/2018 17.00 - L’Italia entra nel progetto blockchain della Ue

L’Italia entra a far parte del partenariato europeo per lo sviluppo delle tecnologie blockchain. Questa mattina a Bruxelles è stato il ministro dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio a firmare l’adesione del nostro Paese al progetto.

In una prima fase, l’Italia non aveva aderito all’iniziativa inaugurata ad aprile scorso da altri 22 Paesi membri dell’Unione europea.

Lo scopo principale della collaborazione tra gli Stati membri "sarà lo scambio di esperienze e competenze in campo tecnico e normativo, soprattutto per promuovere la fiducia degli utenti e la protezione dei dati personali", ha affermato il titolare del Mise. Verrano, inoltre, sviluppate iniziative finalizzate a supportare nuove opportunità di business.

A livello regolamentare, “si tenderà alla creazione di un ambiente flessibile, che rispetti le leggi dell'Unione attraverso chiari modelli amministrativi", spiega una nota del Mise. Fino ad ora, la Commissione ha investito oltre 80 milioni di euro in progetti legati al blockchain e circa 300 milioni di euro sono previsti per lo sviluppo della tecnologia entro il 2020. Lo scorso febbraio inoltre, è stato lanciato il “Blockchain Observatory and Forum”, che rappresenta uno degli archivi più completi a livello globale.