news

01/08/2018 15.00 - Anbi: “Potenzialità dei consorzi di bonifica annichilite al Sud”

La situazione dei consorzi di bonifica al Sud è stata uno dei temi al centro di un’audizione svolta ieri da Anbi in commissione Agricoltura della Camera.

In particolare, secondo l’associazione, “le scorribande della politica, ben rappresentate da commissariamenti in atto da decenni, annichiliscono le potenzialità” di questi soggetti. Nel corso dell’audizione, inoltre, sono stati sottolineati i “non sempre corretti rapporti fra enti, soprattutto nel Mezzogiorno, che gestiscono i bacini a uso plurimo”.

Per quanto riguarda le risorse economiche a favore del settore, invece, “si attende ancora il bando” relativo ai 295 milioni di euro previsti dal Fondo strutturale di Coesione per interventi nel settore irriguo e della bonifica, di cui l’85% dovrà essere destinato alla Regione del Sud. Ancora non pubblicata, inoltre, la graduatoria relativa all’assegnazione dei 300 mln di euro stanziati con il Piano irriguo nazionale.

Su quest’ultimo, oltre che sul Piano invasi, si è concentrato anche il PD che ha presentato alla Camera un’interrogazione al ministro dell’Agricoltura (prima firmataria Incerti), chiedendo di “accelerare” l’iter dei due strumenti e di aumentare la dotazione del Piano irriguo.

Nell’atto si chiedono anche chiarimenti sullo stato d'avanzamento del Piano operativo Agricoltura che assegna 12,6 mln di euro per diverse finalità, tra cui l’ammodernamento del settore irriguo.

Del PD, infine, anche una proposta di risoluzione congiunta in VIII e XII commissione (prima firmataria Pezzopane), con cui si vuole impegnare il Governo a intervenire sul problema delle fibre di amianto nelle reti idriche.

I testi dell’interrogazione e della risoluzione sono disponibili in allegato sul sito di QE.