news

22/10/2018 16.00 - Metaenergia, Enel risolve il contratto di trasporto

Proseguono le difficoltà dei trader elettrici, il cui business è messo alla prova dalla volatilità dei mercati, dalla modifica delle regole sugli sbilanciamenti (unitamente alle richieste di restituzione dell’Arera, QE 17/10) e dal peso crescente degli oneri di sistema.
A quanto appreso da QE, infatti, nei giorni scorsi Enel ha risolto il contratto di trasporto con Metaenergia. Circa un anno fa la società aveva inviato ad alcuni clienti una missiva avente ad oggetto la risoluzione della fornitura per eccessiva onerosità sopravvenuta, motivandola con lo stop ai reattori nucleari francesi e con la delibera dell’Autorità 419/2017 dell’8 giugno 2017 sulla valorizzazione transitoria degli sbilanciamenti.

Lo scorso gennaio il presidente della società romana, Maurizio Molinari, aveva spiegato a QE che  la richiesta di “riallineamento” dei contratti aveva “riguardato soltanto il 10% della clientela power e di tale percentuale quasi la metà ha accettato di ricontrattualizzare le forniture”.

Molinari aveva anche annunciato un cambio di strategia del gruppo, orientato proprio a spostare il business della società dal trading all’efficienza e alla realizzazione di impianti di picco.

Nel 2016 Metaenergia contava su 31.400 punti di fornitura, con un fatturato consolidato di oltre un miliardo di euro.