news

01/02/2018 16.00 - FV senza incentivi, ci crede anche Limes

“Progressiva riduzione del Capex, crescente appetito per i Ppa combinato con il recupero della domanda di energia e graduale allineamento del ritorno degli investimenti nel mercato secondario con quelli nei progetti greenfield”. Sono i motivi che hanno spinto Limes Italia a sviluppare un piano per la realizzazione nei prossimi tre anni di oltre 500 MW fotovoltaici in grid parity nella Penisola.

Una nota annuncia che la società, attraverso un processo guidato da Prothea, si è assicurata “presso primari investitori istituzionali e individui con alto patrimonio” il capitale per la realizzazione senza incentivi di impianti di taglia compresa tra 10 e 50 MW, che “saranno situati in aree con alta irradiazione e interessanti dinamiche di prezzo”.

Nell’ambito del suo piano di sviluppo, prosegue la nota, Limes Italia “avvierà partnership strategiche con operatori di mercato di primo piano come utility, investitori finanziari e produttori indipendenti di elettricità, al fine di estrarre appieno il valore della sua pipeline di capacità di generazione”.

L’amministratore delegato di Limes Italia, Cristiano Spillati, si è detto convinto che “nel 2018 vedremo già un aumento delle installazioni solari in Italia rispetto al 2017 e dal 2019 in poi l’Italia tornerà a registrare oltre 1 GW di nuovi impianti all’anno”.

Il managing director di Prothea, David Armanini, ha assicurato per parte sua che “Limes Italia giocherà un ruolo importante nell’emergente industria italiana della grid parity”.

Da ricordare che Octopus Investments, la prima ad aver creduto nel FV senza incentivi avviando l’anno scorso impianti per 64 MW nei pressi di Viterbo, ha annunciato martedì di avere in costruzione ulteriori 110 MW in altri 12 siti sparsi in tutta Italia.