News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
18/01/2023 00.00 - Radiocor
Invitalia: in 5 anni 14mila imprese e 52mila posti lavoro con 'Resto al sud'

Un miliardo di investimenti attivati, 766 mln agevolazioni. Il Sole 24 Ore Radiocor Plus - Roma,  - A cinque anni dalla sua nascita, l'incentivo 'Resto al Sud', che agevola l'avvio o l'ampliamento di progetti imprenditoriali soprattutto nel Mezzogiorno, ha raggiunto quota 14.221 imprese finanziate e 51.630 nuovi posti di lavoro, "rappresentando una leva anticongiunturale e una concreta opportunita' di sviluppo produttivo e occupazionale". Invitalia, l'Agenzia nazionale per lo sviluppo di proprieta' del Ministero dell'Economia e che al Sud sostiene l'avvio e il consolidamento di imprese per lo piu' gestite da giovani e dalle fasce deboli del mercato del lavoro, traccia il bilancio della misura agevolativa nata nel gennaio 2018 che fa parte del portafoglio incentivi di Invitalia.  Dopo cinque anni e oltre 40.000 domande presentate a Invitalia, gli investimenti attivati sono complessivamente pari a quasi un miliardo di euro, a fronte di 766 milioni di agevolazioni. Il profilo imprenditoriale che emerge dai dati, precisa Invitalia, vede prevalere al 63% il genere maschile, che per oltre il 50% e' under 35 e in possesso del diploma di licenza superiore (63%). La regione piu' attiva e' la Campania con 7.042 imprese finanziate, a cui segue la Sicilia con 2.192. Chiude il podio con 1.960 aziende finanziate la Calabria. La tipologia delle iniziative finanziate spazia dal quasi 50% per le attivita' turistiche culturali al 23% per le attivita' manufatturiere e il 20% per quelle che riguardano i servizi alla persona. L'incentivo Resto al Sud, sottolinea la nota, "ha contribuito a contrastare la disoccupazione giovanile e la decrescita demografica nelle aree di intervento, con particolare riferimento alla cosiddetta fuga dei talenti, ai quali e' stata invece concretamente offerta l'opportunita' di valorizzare le proprie competenze e diventare imprenditori nella loro terra d'origine, senza dover cercare fortuna altrove. Questo ha anche contribuito in alcuni casi a rilanciare un territorio e una comunita' e a innescare dinamiche di rigenerazione urbana e di sviluppo integrato dei contesti locali". Nell'ambito delle iniziative che intendono diffondere le opportunita' offerte da 'Resto al Sud' e raccontare alcune storie di successo, il prossimo 30 gennaio, a Napoli, sara' presentata una guida realizzata dal Gambero Rosso e da Invitalia che vede protagoniste alcune delle aziende finanziate nel settore enogastronomico. Nel corso dell'evento verranno anche premiate 5 imprese che si sono distinte in ambiti specifici come l'economia circolare, la legalita', l'inclusione, l'innovazione e la sostenibilita' ambientale. 'Resto al Sud' si rivolge a persone tra i 18 e i 55 anni che intendono avviare una nuova attivita' sotto forma di ditta individuale o di societa' o che abbiano gia' costituito un'impresa dopo il 21 giugno 2017. L'ambito geografico di interesse comprende le otto regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia), le aree del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche e Umbria) e le isole minori, marine, lagunari e lacustri del Centro Nord.