News

ARCHIVIO NEWS

Torna all'elenco
18/11/2021 00.00 - Quotidiano Energia
Caro-bollette, sale il pressing per aumentare risorse in Manovra
Il ministro Giorgetti: “È urgente e prioritario sterilizzare gli aumenti”

In vista dell'esame parlamentare della Manovra sale il pressing per aumentare le risorse contro il caro-bollette, al momento fissate a 2 miliardi €.

 

“Serve una riflessione seria sul prezzo dell'energia – ha detto ieri il ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti - È urgente e prioritario sterilizzare questi aumenti che rischiano di mettere in ginocchio famiglie e imprese già nelle prossime settimane. Sono molto preoccupato e per questo credo che tutti dovremmo pensare di dirottare una parte delle risorse della Manovra alla riduzione delle bollette energetiche”.

 

Pochi giorni fa un altro esponente della Lega, il responsabile energia Paolo Arrigoni, aveva chiesto “almeno” di raddoppiare le risorse “per avere un effetto di mitigazione simile a quello ottenuto nel 4° trimestre” 2021 grazie allo stanziamento di 3,4 miliardi di euro.

 

Da sottolineare che in una recente audizione alla Camera anche il presidente Arera Stefano Besseghini ha ribadito le preoccupazioni sulle possibili ripercussioni prolungate del caro-energia sulle bollette dei consumatori.

 

“Si profila per il primo quadrimestre 2022 – ha spiegato - un ulteriore, potenzialmente significativo, aumento dei prezzi per i servizi di tutela (le attuali quotazioni del gas naturale per il primo trimestre 2022 sono molto superiori a quelle utilizzate per lo scorso aggiornamento), che determinerebbe criticità simili a quelle affrontate per il quarto trimestre 2021”.

 

Besseghini ha anche aggiunto che “in assenza di ulteriori interventi, agli aumenti legati ai prezzi delle commodity si aggiungerebbero quelli legati al ripristino delle componenti a copertura degli oneri generali di sistema”.