AREA COMUNICAZIONE

Rassegna stampa

in collaborazione con P. Review

Consulta la rassegna
21/01/2022 - IL SOLE 24 ORE
La Cassa affida a Luca D' Agnese la direzione policy e advisory

ROMA La mossa s' inquadra nella svolta inaugurata con il piano strategico 2022-2024, il primo firmato dall' ad Dario Scannapieco e presentato a fine novembre, che punta a mettere in campo un approccio altamente selettivo nella valutazione dei progetti d' investimento ai quali Cassa depositi e prestiti assicurerà supporto e affiancamento. Da qui la scelta, fortemente voluta dal ceo, di istituire la nuova direzione "policy, valutazione e advisory" di Cdp, al cui timone figura Luca D' Agnese, arrivato nel gruppo nel 2018 dopo una lunga esperienza in realtà primarie come Enel, Terna e Grtn (Gestore della Rete di trasmissione nazionale), dove ha ricoperto posizioni di crescente responsabilità, e già direttore Infrastrutture, Pa e Territorio in Cassa. Un ruolo che gli ha consentito di consolidare in questi anni una expertise e una rete di relazioni con il territorio cruciali alla luce di questa ulteriore sfida. Come capo della nuova direzione, il top manager risponderà direttamente a Scannapieco e avrà il compito di definire le politiche di investimento settoriali e di sostenibilità, ma anche, e soprattutto, di effettuare la valutazione dei progetti finanziabili dalla Cassa sotto il profilo tecnico, ambientale e sociale. Alla nuova tessera, poi, spetterà il compito, altrettanto strategico, di accelerare le iniziative nazionali (dalle infrastrutture al digitale), attraverso l' attività di consulenza tecnico-finanziaria. Tradotto: la divisione sarà un anello fondamentale, in stretto raccordo con la task force dedicata al Pnrr e coordinata da Lorenzo Fidato - nata anche questa sotto il forte impulso di Scannapieco -, nel percorso di assistenza e supporto alle amministrazioni che saranno impegnate nella messa a terra del Recovery Plan. Insieme alla nuova divisione, sempre nell' ottica di dare seguito alla direzione dettata dal nuovo piano strategico, Cdp ha comunicato ieri anche la cessione della partecipazione del 25,06%, detenuta attraverso il veicolo Fsi Investimenti, nel gruppo farmaceutico Kedrion. A rilevare il pacchetto saranno i fondi Permira e Abu Dhabi Investment Authority. Per la Cassa, l' operazione rinvia al principio della rotazione del capitale, sancito con il piano di fine novembre, e prevede che il cda di Cdp possa valutare in futuro l' opzione di reinvestire, attraverso Cdp Equity, nel nuovo polo paneuropeo che nascerà dall' integrazione tra la stessa Kedrion e il gruppo inglese Bpl, oggetto di contestuale acquisizione e integrazione industriale con l' azienda italiana. © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Celestina Dominelli